Cos’è una confraternita

Cos’è una confraternita?

Confraternite StoriaSecondo il  Codice di diritto canonico una confraternita è:

“Un’associazione pubblica di fedeli della Chiesa Cattolica che ha come scopo peculiare e caratterizzante l’incremento del culto pubblico, l’esercizio di opere di carità, di penitenza, di catechesi non disgiunta dalla cultura”.

Le prime notizie che attestano l’esistenza delle confraternite risalgono all’epoca romana quando, tra le varie attività, avevano il compito di trasporre le Sacre Scritture al popolo analfabeta. Un altro compito, mantenuto tutt’oggi era quello di assistere gli infermi, del suffragio dei defunti, di provvedere alla carità verso i poveri e gli stranieri e di raccogliere somme da destinare alle elemosine.

Cenni storici sulle confraternite

Nel 1399, in vista del Giubileo in programma l’anno successivo, molti uomini membri del movimento laicale dei bianchi, con indosso una cappa bianca col cappuccio, partirono dalla Liguria verso Roma, portando in testa alla processione un crocifisso. In seguito le confraternite assunsero anche altre finalità, come il conforto dei condannati a morte e l’assistenza ospedaliera.

Ogni confraternita prese il nome del Santo a cui è dedicata. Questo sviluppo della loro funzione sociale, portò al rinnovamento della vita cristiana

Penitenti BianchiOriginariamente la veste confraternale era composta da cappe bianche aperte sulla schiena, a cui, negli anni successivi, con il venir meno del fenomeno della flagellazione, si aggiunsero tabarrini di raso e tessuti preziosi, con ricami in oro e argento.

Sia in passato che oggi, il momento più importante per una confraternita è quello della processione del proprio o di altri santi patroni. In queste occasioni i confratelli, in segno di devozione, portano per le strade cittadine, le casse processionali, i crocifissi, mazze, stendardi e materiale processionale di vario genere.